London bus

Effetti della Brexit sulle dogane

La Brexit è realtà

Il 1° gennaio 2021 il periodo di transizione si è concluso e il Regno Unito ha ufficialmente lasciato l'Unione Europea. Appena in tempo, le due parti hanno raggiunto un accordo di libero scambio attualmente in vigore.

La nuova relazione tra Unione Europa e Regno Unito ha modificato i traffici commerciali per le aziende di entrambi i lati della Manica. I controlli alle frontiere sono ora attivi e importatori ed esportatori hanno bisogno di documenti doganali, certificati e permessi che non erano necessari prima.

Noi di Customs Support possiamo darvi assistenza per gli aspetti doganali, ma non possiamo farlo senza il vostro aiuto. Vi guideremo nei passi più critici che dovrete compiere.

Dati anagrafici in ordine

Tutti i dati richiesti per lo sdoganamento devono essere corretti e disponibili presso la vostra azienda. Conservate le informazioni standard come valore, peso, volume, assicurazione e condizioni di consegna della vostra merce in un database strutturato. Elementi cruciali sono la descrizione del prodotto e la voce doganale che lo identifica. Arricchire un database con informazioni corrette sulle voci doganali è un processo che richiede tempo e conoscenze specialistiche. Customs Support Consulting fornisce servizi di classificazione per aiutare le aziende a impostare, arricchire o aggiornare il proprio database per agevolare le pratiche doganali. È necessario assicurarsi che i dati e le informazioni tecniche della merce siano corrette.  

Condividere i dati in modo efficiente con il vostro partner doganale

L'aumento delle procedure doganali determinato dalla Brexit mette enorme pressione sulle autorità e sul settore. L'inserimento manuale delle registrazioni doganali è impegnativo. Poiché tutte le archiviazioni sono automatizzate, e la maggior parte delle informazioni sarà disponibile nei sistemi WMS o ERP, concordare un trasferimento digitale dei dati con il vostro agente doganale accelererà i vostri flussi. Customs Support può ricevere ed elaborare documenti in più formati, tra cui.xls/.xml/.csv e molti altri, ma è anche possibile collegarsi direttamente con la vostra infrastruttura IT attraverso, per esempio, una connessione EDI. Stabilire un processo richiede tempo, per questo è importante sviluppare, testare e concordare queste procedure il prima possibile se non le avete ancora in atto. Customs Support può assistervi anche in questo.

Documentazione in ordine

Gli operatori doganali devono ricevere da parte di tutti gli esportatori e importatori un mandato per fornire i servizi di sdoganamento. Questo è generalmente un processo che richiede tempo, specialmente per le case di spedizione e altre strutture con un vasto portafoglio clienti.

Assicuratevi che tutta la documentazione legale sia in ordine.

Customs Support può aiutarvi a preparare e raccogliere i documenti necessari per tempo.

Che cosa possiamo fare per voi?

Customs Support è un’agenzia doganale a 360 gradi con uffici in Olanda, Belgio, Germania, Polonia, Francia e Regno Unito. Oltre alle attività di sdoganamento, Customs Support Consultancy offre servizi di consulenza ai clienti in tutta Europa.  

Se avete domande o problemi riguardanti la Brexit o qualsiasi altro aspetto doganale, non esitate a contattarci direttamente.

 

Webinar: What Brexit Has Changed for Import and Export Documentation
News

Webinar: Quali novità ha portato la Brexit per la documentazione di importazione ed esportazione

Unisciti a Bardo Schutz - CIO Customs Support, il 18 maggio in un webinar.

European Union Ratifies Trade Deal With United Kingdom
News

L'Unione Europea ratifica l'accordo commerciale con il Regno Unito

Sono passati cinque anni da quando il popolo britannico ha votato per decidere se lasciare o meno l'Unione Europea. Il risultato del voto è stato che il Regno Unito...

United Kingdom Revises Timeline for Phased Implementation of Border Controls
News

Il Regno Unito rivede il calendario per l'attuazione graduale dei controlli alle frontiere

In contrasto con l'Unione europea, il governo britannico ha optato per un approccio graduale all'attuazione dei controlli sulle importazioni. Il 1° aprile doveva iniziare...