United Kingdom Revises Timeline for Phased Implementation of Border Controls

Il Regno Unito rivede il calendario per l'attuazione graduale dei controlli alle frontiere

Martijn Rijk

23/03/2021

Martijn Rijk
Marketing Manager

Dal 1° gennaio 2021 il Regno Unito non fa più parte dell'Unione europea, il che significa che non fa più parte del mercato unico e dell'unione doganale dell'UE.  

In contrasto con l'Unione europea, il governo britannico ha optato per un approccio graduale all'attuazione dei controlli sulle importazioni. Il 1° aprile doveva iniziare la prossima fase di questa implementazione, ma ora è stata posticipata. 

Modifiche al piano originale a 3 fasi 

L'approccio del Regno Unito si basa su un piano a 3 fasi. La prima fase, iniziata il 1° gennaio 2021, ha imposto controlli doganali su merci controllate, come alcol e tabacco, animali vivi e piante ad alto rischio. Per gli altri prodotti, c'è un periodo di transizione in cui le aziende hanno il tempo di abituarsi ai prossimi controlli e tariffe e implementare i processi necessari. Le aziende hanno ancora bisogno di tenere i registri. Questo periodo è stato esteso da 6 mesi a 12 mesi fino al 1° gennaio 2022. 

Nel programma originale, i controlli sarebbero stati fatti anche su tutti i prodotti di origine animale a partire dal 1° aprile 2021. Anche le piante e i prodotti vegetali sarebbero soggetti a controlli. Questi controlli richiederanno una pre-notifica. Questa data è stata spostata al 1° ottobre 2021. A partire da marzo, ci saranno controlli su animali vivi e piante e prodotti vegetali a basso rischio.  

A partire dal 1° luglio, tutte le merci saranno soggette a dichiarazioni doganali e tariffe all'importazione nel Regno Unito.

Il nuovo piano in 3 fasi 

Michael Gove, il ministro del Cabinet Office, ha rilasciato una dichiarazione la settimana scorsa, affermando quanto segue: 

Annunciamo quindi oggi un chiaro calendario rivisto per l'introduzione dei controlli, come segue: 

  • I requisiti di pre-notifica per i prodotti di origine animale (POAO), alcuni sottoprodotti animali (ABP) e gli alimenti ad alto rischio non di origine animale (HRFNAO) non saranno richiesti fino al 1° ottobre 2021. I requisiti del certificato sanitario di esportazione per POAO e alcuni ABP entreranno in vigore alla stessa data

  • Le dichiarazioni doganali d'importazione saranno ancora richieste, ma l'opzione di usare lo schema di dichiarazione differita, compresa la presentazione di dichiarazioni supplementari fino a sei mesi dopo che le merci sono state importate, è stata estesa al 1° gennaio 2022 

  • Le dichiarazioni di sicurezza per le importazioni non saranno richieste fino al 1° gennaio 2022

  • I controlli fisici SPS per POAO, alcuni ABP e HRFNAO non saranno richiesti fino al 1° gennaio 2022. A quel punto, avranno luogo presso i posti di controllo di frontiera

  • I controlli fisici SPS sulle piante ad alto rischio avranno luogo presso i posti di controllo alla frontiera, piuttosto che nel luogo di destinazione come ora, dal 1° gennaio 2022

  • I requisiti di pre-notifica e i controlli documentali, compresi i certificati fitosanitari, saranno richiesti per le piante e i prodotti vegetali a basso rischio e saranno introdotti dal 1° gennaio 2022

  • Da marzo 2022, i controlli ai posti di controllo di frontiera avranno luogo su animali vivi e piante e prodotti vegetali a basso rischio.

Le aziende che importano merci controllate nel Regno Unito non potranno beneficiare di alcun approccio di dichiarazione differita. A causa della natura di queste merci, dovranno completare una dichiarazione doganale completa. 

Take the Load Off Your Mind 

Contatta uno dei nostri specialisti se hai domande o hai bisogno di assistenza per la spedizione di merci tra l'Unione Europea e il Regno Unito. Sono felici di aiutarti!