United Kingdom Revises Timeline for Phased Implementation of Border Controls

Il Regno Unito rivede il calendario per l'attuazione graduale dei controlli alle frontiere

Martijn Rijk
Martijn Rijk
Project Manager Marketing

Dal 1° gennaio 2021 il Regno Unito non fa più parte dell'Unione europea, il che significa che non fa più parte del mercato unico e dell'unione doganale dell'UE.  

In contrasto con l'Unione europea, il governo britannico ha optato per un approccio graduale all'attuazione dei controlli sulle importazioni. Il 1° aprile doveva iniziare la prossima fase di questa implementazione, ma ora è stata posticipata. 

Modifiche al piano originale a 3 fasi 

L'approccio del Regno Unito si basa su un piano a 3 fasi. La prima fase, iniziata il 1° gennaio 2021, ha imposto controlli doganali su merci controllate, come alcol e tabacco, animali vivi e piante ad alto rischio. Per gli altri prodotti, c'è un periodo di transizione in cui le aziende hanno il tempo di abituarsi ai prossimi controlli e tariffe e implementare i processi necessari. Le aziende hanno ancora bisogno di tenere i registri. Questo periodo è stato esteso da 6 mesi a 12 mesi fino al 1° gennaio 2022. 

Nel programma originale, i controlli sarebbero stati fatti anche su tutti i prodotti di origine animale a partire dal 1° aprile 2021. Anche le piante e i prodotti vegetali sarebbero soggetti a controlli. Questi controlli richiederanno una pre-notifica. Questa data è stata spostata al 1° ottobre 2021. A partire da marzo, ci saranno controlli su animali vivi e piante e prodotti vegetali a basso rischio.  

A partire dal 1° luglio, tutte le merci saranno soggette a dichiarazioni doganali e tariffe all'importazione nel Regno Unito.

Il nuovo piano in 3 fasi 

Michael Gove, il ministro del Cabinet Office, ha rilasciato una dichiarazione la settimana scorsa, affermando quanto segue: 

We are therefore announcing today a clear revised timetable for the introduction of controls, as follows: 

  • Pre-notification requirements for Products of Animal Origin (POAO), certain animal by-products (ABP), and High-Risk Food Not Of Animal Origin (HRFNAO) will not be required until 1 October 2021. Export Health Certificate requirements for POAO and certain ABP will come into force on the same date. 

  • Customs import declarations will still be required, but the option to use the deferred declaration scheme, including submitting supplementary declarations up to six months after the goods have been imported, has been extended to 1 January 2022. 

  • Safety and Security Declarations for imports will not be required until 1 January 2022. 

  • Physical SPS checks for POAO, certain ABP, and HRFNAO will not be required until 1 January 2022. At that point, they will take place at Border Control Posts. 

  • Physical SPS checks on high-risk plants will take place at Border Control Posts, rather than at the place of destination as now, from 1 January 2022. 

  • Pre-notification requirements and documentary checks, including phytosanitary certificates, will be required for low-risk plants and plant products and will be introduced from 1 January 2022. 

  • From March 2022, checks at Border Control Posts will take place on live animals and low-risk plants and plant products. 

Le aziende che importano merci controllate nel Regno Unito non potranno beneficiare di alcun approccio di dichiarazione differita. A causa della natura di queste merci, dovranno completare una dichiarazione doganale completa. 

Take the Load Off Your Mind 

Contatta uno dei nostri specialisti se hai domande o hai bisogno di assistenza per la spedizione di merci tra l'Unione Europea e il Regno Unito. Sono felici di aiutarti!