European Union Ratifies Trade Deal With United Kingdom

L'Unione Europea ratifica l'accordo commerciale con il Regno Unito

Kelsey Vierkant
Kelsey Schenk
Marketing Officer

Sono passati cinque anni da quando il popolo britannico ha votato per decidere se lasciare o meno l'Unione Europea. Il risultato del voto è stato che il Regno Unito doveva lasciare l'Unione Europea, cosa che è avvenuta ufficialmente il primo gennaio di quest'anno. Fino all'ultimo momento, non era chiaro se ci sarebbe stato un accordo commerciale tra l'Unione europea e il Regno Unito. Un disastroso no-deal Brexit è stato evitato all'ultimo minuto.

Accordo già in vigore

L'accordo commerciale è già in vigore dal 1° gennaio 2021, ma fino a ieri non era ancora stato ratificato dal Parlamento europeo. Il Parlamento europeo ha votato sulla ratifica dell'accordo commerciale: 660 voti per il Sì, cinque voti per il No e 32 astensioni.

In una dichiarazione rilasciata ieri, David Sasolli, presidente del Parlamento europeo, ha detto:

"Oggi il Parlamento europeo ha votato l'accordo di più ampia portata che l'UE abbia mai raggiunto con un paese terzo. Questo può costituire la base su cui costruire una nuova e lungimirante relazione UE-Regno Unito. Nonostante la decisione del Regno Unito di lasciare la nostra Unione, condividiamo ancora legami profondi e di lunga data, valori, storia e vicinanza geografica. È nell'interesse di tutti noi far funzionare questa nuova relazione".

Gli effetti della Brexit sul commercio tra Unione Europea e Regno Unito


Il fatto che il Regno Unito non faccia più parte dell'Unione Europea ha avuto un effetto significativo sulle aziende che commerciano tra l'UE e il Regno Unito. Esse si trovano ora ad affrontare nuovi controlli e procedure doganali, dove prima le merci scorrevano liberamente.

Customs Support continua a seguire tutti gli sviluppi relativi ai nuovi controlli e procedure doganali, e vi terremo aggiornati come stiamo facendo da quando è stata annunciata la Brexit. Di seguito trovate gli ultimi aggiornamenti sulle questioni doganali UE-Regno Unito:

La consulente doganale e project manager Marloes Willems spiega le implicazioni della nuova relazione tra UE e Regno Unito sull'origine preferenziale. Sul cumulo bilaterale, scrive:

"Se il vostro prodotto contiene componenti provenienti sia dall'Unione Europea che dal Regno Unito, potete applicare il cumulo bilaterale. Il cumulo bilaterale opera tra due paesi quando un accordo di libero scambio o un accordo autonomo contiene una disposizione che permette loro di cumulare l'origine. Solo i prodotti o materiali originari possono beneficiarne".

Anche la frontiera tra il Regno Unito e l'Irlanda rimane un tema impegnativo. Non c'è un confine duro tra i due, ma è comunque un confine normativo.  Abbiamo scritto in precedenza su questo argomento in questo articolo: Protocollo dell'Irlanda del Nord.

L'Unione europea e il Regno Unito hanno approcci diversi quando si tratta di implementare i processi doganali alle loro frontiere. Dove l'Unione europea ha scelto un'attuazione immediata, il Regno Unito ha optato per un approccio graduale. Leggi di più su questo approccio graduale in questo aggiornamento, in cui scrive:

L'approccio del Regno Unito si basa su un piano in tre fasi. La prima fase, iniziata il 1° gennaio 2021, ha imposto controlli doganali su merci controllate, come alcol e tabacco, animali vivi e piante ad alto rischio. C'è un periodo di transizione in cui le aziende hanno il tempo di abituarsi ai prossimi controlli e tariffe e di implementare i processi necessari per altri prodotti. Le aziende hanno ancora bisogno di tenere i registri. Questo periodo è stato esteso da 6 mesi a 12 mesi fino al 1° gennaio 2022.

Nel programma originale, i controlli sarebbero stati fatti anche su tutti i prodotti di origine animale a partire dal 1° aprile 2021. Anche le piante e i prodotti vegetali sarebbero soggetti a controlli. Questi controlli richiederanno una pre-notifica. Questa data è stata spostata al 1° ottobre 2021. A partire da marzo, ci saranno controlli su animali vivi e piante e prodotti vegetali a basso rischio. 

A partire dal 1° luglio, tutte le merci saranno soggette a dichiarazioni doganali e tariffe all'importazione nel Regno Unito.

Restate al corrente


Segui la nostra pagina aziendale su LinkedIn per rimanere aggiornato sulla Brexit e su altre questioni doganali. Se avete domande relative a fare affari con il Regno Unito, contattateci perché siamo felici di aiutarvi! Customs Support: Take the load off your mind.