Simplified customs procedures for humanitarian shipments

Procedure doganali semplificate per le spedizioni umanitarie

Kelsey Vierkant

16/03/2022

Marketing Officer

La guerra in Ucraina sta avendo un impatto devastante sulle persone che vivono nel Paese e su tutti coloro che sono stati costretti a fuggire. È commovente vedere cittadini e aziende lanciare iniziative per raccogliere beni umanitari, come cibo in scatola, pannolini, sapone, coperte, vestiti e batterie, per donarli a chi ne ha bisogno in Ucraina e ai centri di accoglienza nei paesi confinanti.

Procedure doganali semplificate

Le autorità doganali di numerosi paesi hanno implementato procedure semplificate per le spedizioni di beni umanitari in Ucraina e nei paesi al confine come Polonia, Moldavia, ecc.

Alcuni esempi di agenzie doganali che hanno rilasciato dichiarazioni sulle procedure semplificate:

Regno Unito:

Se state acquistando merci dalla Gran Bretagna (Inghilterra, Scozia e Galles) destinate alle vittime della crisi umanitaria in Ucraina, potreste utilizzare una procedura temporanea per attraversare la dogana senza ritardi.

Polonia:

Nei punti di accesso di Korczowa e Dorohusk abbiamo semplificato la procedura di attraversamento della frontiera per i camion con aiuti umanitari diretti in Ucraina. Lo sdoganamento semplificato si richiede con un modulo che deve essere compilato e presentato alle autorità. Così facendo, l'Ucraina riceverà più rapidamente gli aiuti umanitari in arrivo dalla Polonia e dal resto del mondo libero. Grazie per aver aiutato l'Ucraina!

Moldavia:

Nella riunione di oggi, il Comitato per le Emergenze ha deciso di semplificare le procedure per l'importazione di aiuti umanitari destinati ai rifugiati arrivati dall'Ucraina.

Secondo il dipartimento di comunicazione del governo, la procedura semplificata si applica solo nei casi in cui gli aiuti vengono ricevuti da una delle autorità pubbliche centrali, in particolare, l'Ispettorato generale per le emergenze, il Ministero del lavoro e della protezione civile, il Ministero della Salute.

Ucraina:

Polonia, Lituania, Lettonia, Slovacchia, Germania e Ungheria hanno introdotto il viaggio senza permesso per i vettori che trasportano aiuti umanitari in Ucraina. Significa liberare i trasportatori da qualsiasi restrizione aggiuntiva, in particolare la necessità di registrare i permessi per il trasporto internazionale di merce. Questo è necessario per la rapida consegna di beni umanitari durante l’applicazione della legge marziale.

Customs Support agevola la consegna di aiuti umanitari alla popolazione colpita dalla guerra con operazioni doganali gratuite

Le aziende, gli enti di beneficenza, le organizzazioni senza scopo di lucro che spediscono beni umanitari o dispositivi medici in Ucraina e nei paesi confinanti che accolgono i rifugiati in fuga (Polonia, Moldavia, ecc.) possono contare su Customs Support nel ricevere assistenza e supporto doganale a costo zero. Le operazioni doganali legate a esportazioni (o transiti) possono essere effettuate gratuitamente se la merce soddisfa i requisiti previsti per i beni umanitari e se il destinatario della spedizione è stato controllato dal reparto Compliance del Gruppo.

Customs Support, agente doganale neutrale, garantisce con continuità il flusso di merci lungo tutta la filiera internazionale ovunque sia possibile.

Le restrizioni continuano ad applicarsi

Chiunque desideri spedire merci in Russia, Bielorussia o Ucraina deve tenere presente che alcuni prodotti sono soggetti a restrizioni:

Verso Russia, Bielorussia, Ucraina sono vietate le esportazioni di

  • Beni a duplice uso, ad eccezione dei beni a scopo umanitario, medico o farmaceutico.
  • Beni e tecnologie che possono contribuire al settore militare o allo sviluppo del settore della difesa e della sicurezza
  • Beni e tecnologie che possono essere utilizzati per l'esplorazione e la produzione di petrolio e gas (non applicabile all'Ucraina)
  • Beni e tecnologie che possono essere utilizzati nell'industria aeronautica e spaziale (non applicabile all'Ucraina)
  • Beni e tecnologie che possono essere utilizzati nell'industria marittima e della radiocomunicazione marittima (non applicabile all'Ucraina)
  • Beni di lusso (comprese le automobili con un valore superiore a 50.000 Euro, abbigliamento e accessori moda, opere d'arte, ecc.)

Dalla Russia è vietata l’importazione di:

  • Ferro e acciaio

Dalla Bielorussia è vietata l’importazione di:

  • Legno, cemento, ferro e acciaio, gomma e potassio

Da Crimea, Sebastopoli, Donetsk e Luhansk è previsto:

  • Un divieto generale di importazione di merci provenienti dai suddetti territori non controllati dal governo

Siamo a vostra disposizione

Siamo pronti ad aiutarvi ad assistere i rifugiati e le persone colpite dalla guerra in Ucraina. Se volete spedire aiuti umanitari in Ucraina o nei paesi confinanti, contattate uno dei nostri specialisti, saranno felici di rispondere a tutte le vostre domande.